post

Asd femminile Riccione, arriva lo stop definitivo alla stagione 2019/2020

Il Consiglio Federale riunitosi nella giornata del 20/5 ha decretato lo stop definitivo del calcio femminile per tutte le categorie fino alla Serie B, sancendo pertanto, la chiusura anticipata del campionato di serie C del Riccione.

Inoltre, sarà sempre lo stesso organismo, chiamato a riunirsi nelle prossime settimane, a stabilire i criteri relativi agli esiti delle competizioni su indicazione della Lega Nazionale Dilettanti.

“È una decisione adottata nel rispetto del superiore interesse della tutela della salute di tutti i soggetti che a vario titolo prendono parte alle nostre competizioni – ha dichiarato il Presidente della LND Cosimo Sibilia – la peculiarità del mondo dilettantistico rende estremamente complicato ipotizzare, pur volendolo immaginare, uno slittamento del termine della stagione oltre il 30 giugno, come stabilito invece per i professionisti la cui scadenza è stata prorogata al 31 agosto, per concludere le rispettive attività entro il 20 dello stesso mese”.

Asd femminile Riccione, ufficio stampa

 

post

Asd femminile Riccione, Laura Rodriguez : “Il banco di prova affrontato ci ha permesso di porre le basi per una prossima stagione ancora più competitiva”

Prodotto del vivaio romagnolo, ha rivestito con incoraggianti risultati il ruolo di capitano della squadra, incarnandone la figura di leader e punto di riferimento per le compagne.

La sua rivestitura è il segnale tangibile della società di voler puntare sui giovani, ponendo le basi per la costruzione di un progetto ambizioso e duraturo nel tempo.

Analisi e punto della situazione in casa biancoazzurra affidata a Laura Rodriguez, classe 1999, difensore centrale dotata di spiccata personalità e senso della posizione in campo, rapida ed agile nei movimenti, specie a breve distanza, capace inoltre di un’attenta lettura delle giocate, che le permettono di anticipare i colpi delle avversarie.

Ciao Laura, in vista dell’eventuale ripresa dei giochi, un bilancio provvisorio della stagione

Ad inizio stagione ci eravamo prefissate di lottare per i primi quattro posti del torneo, direi pertanto che siamo in linea con i programmi, seppur con tante partite ancora da giocare; indubbiamente avremmo potuto fare di più, abbiamo perso dei punti per strada in alcune occasioni, siamo certi comunque di non avere deluso le aspettative, avendo sempre mantenuto un profilo basso ed equilibrato, non esaltandoci quando le cose andavano bene e lottavamo per il vertice della classifica.

Cosa è mancato alla squadra per il salto di qualità ?

Essendo una squadra molto giovane, probabilmente abbiamo peccato di inesperienza nei momenti cruciali della stagione, specie negli scontri diretti; ci siamo fatte le ossa in questa stagione, imparando a rialzarci dopo una sconfitta, eravamo consapevoli che vi erano concorrenti agguerrite e ben attrezzate nel girone, per noi è stato un bel banco di prova, sicuramente ci sarebbe piaciuto affrontare le pretendenti sul campo, resta comunque la consapevolezza di aver posto le basi per i prossimi anni.

Soddisfatta delle tue prestazioni, nel tuo nuovo ruolo da capitano ?

A livello personale mi ritengo soddisfatta della mia crescita personale, avendone ricevuto riscontro dalle parole e dai gesti di sostegno ed approvazione delle mie compagne di squadre e dall’intero staff; spero di non deluso le aspettative del mister e della dirigenza che hanno avuto fiducia in me consegnandomi la fascia di capitano; di sicuro ho sempre dato il massimo di me stessa, non tirandomi mai indietro in alcuna occasione, resta solo il rammarico di aver interrotto il percorso di maturazione per fattori esterni.

Cosa prosegue la preparazione atletica a distanza ?

Il nostro preparatore atletico Bacchini, ci invia settimanalmente il programma degli allenamenti da sostenere a casa o in ristretti spazi aperti nei limiti dell’osservanza del Decreto del Governo; il mister Migani non ha mai obbligato nessuno ad osservare queste indicazioni ma credo stia nella maturità e nella responsabilità di ognuna di noi, rispettare queste regole per mantenere in forma il fisico e tenere occupata la mente, occorre farsi trovare pronte senza abbassare mai la guardia, in vista dell’eventuale ripresa dei giochi.

 

post

Asd femminile Riccione, Barbara Riceci : “Mi manca tanto il prato verde; come collettivo non siamo inferiori a nessuno”

Centrocampista con una lunga militanza nella squadra biancoazzurra, ha rivestito lo scorso anno la fascia di capitano incardinando il ruolo di leader e guida del gruppo.

In questa stagione, a causa di un infortunio al piede che la perseguita sin da Settembre, ha dovuto saltare forzatamente tutte le gare previste.

Vetrina della giornata per Barbara Riceci, 31 anni, bandiera e veterana della squadra romagnola, elemento di collaudata esperienza, dotata di una buona tecnica individuale, in progressivo miglioramento dagli acciacchi che l’hanno condizionata, pronta a ritornare sul rettangolo di gioco per dare il suo apporto alla squadra.

Ciao Barbara, una breve descrizione del tuo ruolo e caratteristiche tecniche

Ciao, mi chiamo Barbara Riceci, ho 31 anni e sono una centrocampista del Riccione Femminile, la più “esperta” del gruppo, considerato che dopo Sonia Meletti, sono la più grande della squadra, da questa stagione decisamente ringiovanita.

Come è nata la tua passione per il calcio ? Da quando giochi nel Riccione?

Tiro calci ad un pallone da quando sono nata, in una squadra vera e propria dall’età di 11 anni, quando Arianna Fabbri mi ha scoperta al parco che giocavo con gli amici; prima eravamo alla Junior Coriano poi da quando è nata la Femminile Riccione non ho mai cambiato maglia.

Il passaggio di consegne del ruolo di capitano a Rodriguez. Un giudizio sulla compagna di squadra

Sono stata capitano con la fascia al braccio fino all’anno scorso poi è stato deciso per un cambio generazionale, responsabilizzare maggiormente le nostre giovani, sicuramente Laura insieme a Letizia sono giovani ragazze che sono cresciute con noi, che meritano il prestigio della fascia al braccio, compagne di squadra serie che si impegnano al massimo e incarnano il ruolo da leader.

La tua personale stagione travagliata ed il rientro con quali prospettive ed ambizioni?

Quest’anno purtroppo sì puó dire che ancora non ho giocato perchè da settembre mi porto dietro un problema ad un piede (tendinite e borsite) che mi ha fatto stare ferma più di 3 mesi; sono nell’ultimo periodo di riabilitazione, sto cercando di ricominciare a svolgere gli allenamenti con continuità.

I punti di forza ed i limiti della squadra. La classifica rispecchia il valore delle compagini?

La mia squadra quest’anno è stata rinforzata in tutti i ruoli del campo, con l’inserimento di ragazze giovani e talentuose. Siamo un bel gruppo ben amalgamato, ognuna con le sue caratteristiche, io sicuramente mi definisco più tecnica e meno fisica, ma in tutti i ruoli ed in ogni reparto ci sono ragazze che con le loro caratteristiche apportano qualità e ampi margini di miglioramento… per quello che ho visto, almeno il terzo posto nel nostro campionato come gruppo e valore di squadra ce lo meritiamo tutto. Siamo una compagine giovane e alcune volte pecchiamo di inesperienza. Pontedera, Sassari e Roma sono squadre che forse hanno qualcosina in più come giocatrici singole ma non ci sono superiori come forza del collettivo.

Obiettivi stagionali

Per questo finale di stagione, spero di tornare a calpestare quel prato verde che tanto mi piace e che è la mia più grande passione.

Asd femminile Riccione, ufficio stampa

 

post

Asd femminile Riccione, under 15 e 17, confortanti segnali di crescita per il settore giovanile

Settimana di sosta forzata per gran parte delle società calcistiche, dovuta alle note vicende dell’emergenza coronavirus, una situazione che genera un pò di amaro in bocca, accentuato dalla circostanza che lo stop forzato avviene all’indomani di un week end per le nostre giovanili decisamente entusiasmante.

Nell’ultima giornata disputata, la squadra under 15 si è aggiudicata l’intera posta in palio, superando, nell’atteso derby, il Ravenna per 1-0, grazie all’acuto di Nicole Iorio, confermando in tal modo i progressi che già si erano palesati nelle scorse partite.

Incoraggiante la nostra under 17 che ha espugnato il campo di Pisa con un secco 3 a 0, grazie alla doppietta di Chiara Fornari e al sigillo di Alice Ridolfi. Grande la soddisfazione in casa romagnola non solo per i tre punti conquistati sul campo, utili a muovere la classifica ma soprattutto per il morale di questo gruppo che non ha mai mollato un attimo in questi mesi, consapevoli di dover crescere, ponendo le fondamenta per una nuova costruzione, confrontandosi con realtà maggiormente collaudate.

La società vuole spendere una nota di merito per questo gruppo di ragazze, troppo semplice parlarne quando i risultati ti sorridono, diventa più complicato quando esci dal campo sommersa di reti, quando sono sempre le avversarie a urlare di gioia al triplice fischio finale. La perseveranza, l’impegno e la determinazione encomiabile di queste ragazze, sempre presenti e disponibili ad allenarsi ed a giocare ad ogni orario e condizione meteo, rende facile, l’arduo compito affidato ai due mister Federico Casadei ed Andrea Alesiani, semplicemente straordinari nello svolgere un lavoro che, senza niente togliere agli altri, è assolutamente impagabile.

 

Asd femminile Riccione, comunicato stampa

 

Foto under 17

post

Asd femminile Riccione, Nicole Ciavatta : “Sono la più piccola del gruppo, ho solo da migliorare, circondata da compagne di squadra più grandi ed esperte di me”

Esterno alto che fa della velocità e fisicità le sue migliori prerogative, si sta gradualmente inserendo in prima squadra dopo aver percorso tutta la trafila del settore giovanile con la divisa biancoazzurra, prima ed unica maglia rivestita finora in carriera.

Una sua straordinaria rete nei minuti di recupero della gara con il Bologna ha consentito alle romagnole di vincere il derby, rilanciando la squadra in classifica dopo un periodo di risultati negativi.

Luci della ribalta per Nicole Ciavatta, classe 2002, prodotto interessante e di prospettiva del vivaio del Riccione, la più giovane calciatrice del gruppo a disposizione di mister Migani.

Ciao Nicole, un breve excursus del tuo inizio di carriera

Ho tirato sin da piccola i primi calci ad un pallone, invogliata da mio fratello, il quale, accompagnandomi ai suoi allenamenti mi ha convinta a provare questo sport; dopo aver iniziato l’attività agonistica con i maschietti, all’età di 13 anni sono approdata nella squadra femminile del Riccione dove tutt’ora sono presente.

Il tuo inserimento nella prima squadra

Siamo un gruppo molto unito ed una buona squadra, c’è sintonia ed affiatamento con tutte le compagne; ho la fortuna di vivere in un ambiente sano e in una società ben organizzata, una seconda famiglia che mi ha accolto nel migliore dei modi, facendo sentire sempre la sua presenza e disponibilità nei miei confronti.

A chi ti ispiri come calciatrice ?

Non mi ispiro a nessuna calciatrice in particolare ma essendo la piu’ piccola del gruppo, ho tanto da imparare da ognuna delle mie compagne di squadra più grandi ed esperte, tutte sono dei preziosi punti di riferimento.

Il quarto posto in classifica con una gara da recuperare

Ci eravamo prefissate di provare a disputare un campionato di alta classifica, forse non ci aspettavamo ad un certo punto di essere così in alto in graduatoria, direi che come primo anno per questo gruppo va più che bene, possiamo ritenerci soddisfatte per come stiano andando le cose.

Il motivo del calo di rendimento a cavallo tra i due anni solari

Direi che un po’ per sfortuna, nonchè per via di un calo fisico della squadra abbiamo perso dei punti importanti negli scontri diretti che ci hanno fatto perdere distanza dalla vetta; ritengo che la Torres e la Res Women per organizzazione di gioco e qualità ci abbiano seriamente impressionato come squadra, credo anche maggiormente dell’attuale capolista Pontedera.

La tua rete nel derby con il Bologna

Sono subentrata a partita in corso nel secondo tempo, riuscendo a realizzare un preziosissimo goal allo scadere che ci è valso il successo; è stato semplicemente bellissimo e fantastico realizzare la rete decisiva nel derby, un’emozione unica che ho condiviso con tutte le compagne accorse verso di me felici e piangenti per la gioia.

 

Asd femminile Riccione, ufficio stampa

 

post

Asd femminile Riccione, turno di riposo forzato, rinviata la gara con il Grifone Gialloverde

Giornata di riposo per le romagnole che non disputeranno il 16 Febbraio la prevista trasferta in terra laziale, a causa di una concomitante partecipazione della squadra gialloverde ad un torneo internazionale; l’incontro sarà recuperato domenica 1 Marzo.

Domenica 23 Febbraio, intanto, non si scenderà nuovamente in campo, in considerazione del turno di sosta del torneo.

Le biancoazzurre, reduci dal confortante successo per 3-2 nel derby con il Bologna sono terze in classifica con 23 punti, in virtù di 7 vittorie, 4 pareggi e 2 sconfitte.

Serie C girone C
14^ giornata (3^ di ritorno)

Arezzo-Torres
Bologna-Res Women
Grifone Gialloverde-Riccione RINVIATA AL 01/03
Jesina-Imolese
Pistoiese-Spezia RINVIATA AL 03/03
San Miniato-Pontedera

Classifica

Pontedera 35
Torres 33
Riccione 23
Jesina 21
Res Women, Pistoiese 20
Spezia 16
San Miniato 15
Arezzo 13
Bologna 11
Grifone 7
Imolese 2

Res Women e Spezia una gara in meno

Asd femminile Riccione, ufficio stampa

 

post

Asd femminile Riccione, lacrime di gioia per le romagnole, il successo nel derby con il Bologna arriva al fotofinish

Asd femminile Riccione-Bologna 3-2

Marcatrici : 46’ Abouziane (Ri), 54’ Antolini (Ri), 56’ Schipa (Bo), 80’ Magnusson (Bo), 96’ Ciavatta (Ri)

Asd femminile Riccione: (Giorgi, Della Chiara (68’ Amaduzzi A.), Maccaferri, Marcattili, Rodriguez, Amaduzzi M, Perone (73’ Ciavatta), Magnani (84’ Borico), Abouziane, Antolini, Esposito (54’ Gostoli))

Bologna (Giuliano (76’ Minelli), Benassi, Becchimanzi, Pacella, Simone, Rambaldi (76’ Racioppo), Marcanti, Arcamone (90’ Mingardi), Schipa (87’ Perugini), Magnusson (87’ Patelli), Hassanaine)

Ammonite : Della Chiara; Becchimanzi, Marcattili

Un eurogol della subentrata Ciavatta al sesto minuto di recupero permette al Riccione di ritornare alla vittoria dopo un lungo periodo di digiuno, superando per 3-2 nel derby il Bologna.

Primo tempo a senso unico con le romagnole che fraseggiano a lungo con il possesso palla senza concretizzare l’enorme volume di gioco creato; nella ripresa le due ex bolognesi Abouziane e Antolini portano le romagnole al doppio vantaggio, facendo immaginare un successo agevole, senonchè le rossoblù dapprima accorciano le distanze e a dieci minuti dal termine acciuffano il pareggio; nel finale arrembaggio delle padrone di casa che centrano prima il palo con Antolini e al fotofinish trovano la rete del successo con una prodezza balistica all’incrocio della neo entrata Ciavatta.

La cronaca della gara  

Al 9’ tiro fuori misura di Antolini; all’11’ occasionissima per le romagnole con Abouziane che a tu per tu con il portiere calcia a lato; al 25’ conclusione fuori misura di Antolini; al 30’ ci prova ancora Antolini senza esito; al 33’ tiro in porta di Esposito che non sortisce effetto; al 38’ conclusione fuori dallo specchio della porta di Antolini; al 42’ l’estremo difensore emiliano Giuliano sventa un’occasione propiziata da Antolini; al 44’ tiro di Rambaldi per il Bologna intercettato da Giorgi; al 45’ tiro fuori di Schipa; al 46’ ci prova Marcattili senza esito con le squadre che vanno all’intervallo negli spogliatoi sul punteggio di 0-0.

Nella ripresa al 48’ l’ex bolognese Abouziane porta in vantaggio il Riccione, bissando la rete siglata nella gara d’andata; al 52’ tiro fuori misura di Marcanti; al 54’ arriva il raddoppio delle biancoazzurre con l’altra ex rossoblù Marylin Antolini; passano due minuti e al 56’ Schipa accorcia le distanze per le ospiti; al 63’ conclusione fuori misura di Marcattili; al 75’ ci prova Antolini; al 79’ tiro di Schipa parato dal portiere di casa; al 80’ pareggio del Bologna con Magnusson; all’85’ padrone di casa vicine alla rete con Antolini che colpisce il palo; un minuto dopo ci prova Abouziane ma la sfera finisce fuori; al 94’ tiro di Maccaferri; al 96’ eurogol della subentrata Ciavatta che scaraventa dalla distanza la sfera alle spalle dell’incolpevole Minelli, regalando i tre punti alla squadra biancoazzurra che termina l’incontro sul punteggio di 3-2.

In virtù di questo risultato le romagnole mantengono il terzo posto in classifica con 23 punti; la prossima settimana ci sarà un turno di riposo forzato in quanto la prevista trasferta con il Grifone Gialloverde è stata spostata al 1 Marzo, per la concomitante partecipazione della squadra laziale ad un torneo internazionale”.

Di seguito le dichiarazioni post gara del mister Migani : “Abbiamo rischiato di buttare alle ortiche una gara già vinta, subendo la rimonta del doppio vantaggio ma le ragazze sono state brave a crederci fino all’ultimo e i loro sforzi sono stati premiati; è una vittoria fondamentale che vale doppio per come è venuta, un successo che ci ridà morale e convinzione nei nostri mezzi; le lacrime di gioia delle ragazze nel finale di gara mi gratificano e mi riempiono di orgoglio per il duro lavoro che si fa durante la settimana; sono tre punti importanti che muovono la classifica, ci serviva tornare a centrare i tre punti, un sensazione che non assaporavamo da dicembre”.

Serie C girone C
13^ giornata (seconda di ritorno)

Imolese- San Miniato 1-1

Jesina- Grifone Gialloverde 7-0

Pontedera- Arezzo 4-1

Riccione- Bologna 3-2

Torres- Pistoiese 1-1

Spezia – Res Women (gara rinviata)

Classifica

Pontedera 35, Sassari Torres 33, Riccione 23, Jesina 21, Res Women 20,
Pistoiese 20, Spezia 16, San Miniato 15, Arezzo 13, Bologna 11, Grifone 7,
Imolese 2

Spezia e Res Women una gara in meno

Asd femminile Riccione, ufficio stampa

 

post

Asd femminile Riccione, biancoazzurre alla ricerca del successo smarrito nel derby emiliano-romagnolo

Domenica 9 febbraio con fischio d’inizio alle 14:30 va in scena al campo sportivo Italo Nicoletti la XIII giornata del girone C del campionato di serie C che vedrà fronteggiarsi nell’atteso derby emiliano-romagnolo, il Riccione al Bologna.

Le biancoazzurre, reduci dall’eliminazione patita in Coppa Italia per opera del Pontedera, sono attese alla prova del riscatto, alla ricerca della prima vittoria del nuovo anno 2020, occupando in classifica la terza posizione con 20 punti, frutto di 6 vittorie, 2 pareggi e 4 sconfitte.

Le rossoblù, invece, provenienti dalla sconfitta casalinga per 0-2, subita con lo Spezia nell’ultima gara di campionato, sono terz’ultime in graduatoria con undici punti, con quattro margini di lunghezza sul Grifone Gialloverde, in virtù di 3 successi, 2 pareggi e 7 sconfitte.

Nella gara di andata si imposero le romagnole per 3-0 con reti di Abouziane, Antolini e Gostoli.

Presentazione della gara affidata all’ex di turno, l’attaccante Zineb Abouziane. Di seguito le sue dichiarazioni : “Dopo una giornata di riposo forzato, potrò ritornare a giocare, in quanto ho ritrovato la carta di identità che era stata smarrita; tornare ad affrontare la mia ex squadra sarà emozionante, non si può certamente dimenticare il lungo passato di 6 anni dove sono cresciuta; ora comunque milito nel Riccione e spero di dare il meglio di me stessa per aiutare le mie compagne a vincere la gara; in caso di goal non so se riuscirò ad esultare, all’andata non me la sono sentita di farlo difronte ai miei ex tifosi; abbiamo la possibilità di rimanere nelle posizioni alte della classifica, più volte abbiamo dimostrato di essere una buona squadra, occorre ritornare al successo, ritrovando la giusta determinazione”.

Serie C girone C
13^ giornata (seconda di ritorno)

Imolese- San Miniato

Jesina- Grifone Gialloverde

Pontedera- Arezzo

Riccione- Bologna

Torres- Pistoiese

Spezia – Res Women (gara rinviata)

Classifica

Torres, Pontedera 32
Riccione, Res Women 20
Pistoiese 19
Jesina 18
Spezia 16
San Miniato 14
Arezzo 13
Bologna 11
Grifone 7
Imolese 1

Asd femminile Riccione, ufficio stampa

post

Asd femminile Riccione, sotto una fitta nebbia e private di Abouziane per un regolamento fiscale, si esce dalla Coppa a testa alta

Asd femminile Riccione-Pontedera 1-2

marcatrici : 5’ Del Prete, 11’ Gavagni, 45’ Antolini

Asd femminile Riccione: (Meletti, Amaduzzi A. (66’ Dominici), Amaduzzi M, (85’ Borico) Gostoli (79’ Sommella), Rodriguez, Della Chiara, Perone, Marcattili, Magnani (57’ Russarollo), Antolini, Esposito (66’ Ciavatta).

Pontedera : (Bulleri, Barbieri, Rizzato, Catastini, Pantani, Del Prete, Parrini, Tramonti, Maffei (80’ Mazzella), Carrozzo, Gavagni (26’ Caucci)

Ammonite : Caucci

Sotto una fitta nebbia, su un terreno di gioco ai limiti della visibilità, termina ai quarti di finale il cammino del Riccione che esce fuori dalla Coppa Italia di serie C perdendo di misura per 2-1 con il Pontedera; prima del fischio d’inizio, per un imprevisto burocratico e una fiscale applicazione del regolamento, la squadra di Migani deve rinunciare, suo malgrado, alle prestazioni della giovane punta Zineb Abouziane, costretta a vedere la gara da spettatrice, in quanto priva della carta di identità (smarrita), nonostante la stessa fosse stata regolarmente riconosciuta come atleta, dai tesserati presenti in campo, mostrando tra l’altro una foto digitale del documento di riconoscimento dal proprio telefonino.

Partenza ad handicap per le romagnole che subiscono due reti nei primi undici minuti di gioco prima di accorciare le distanze poco prima della fine dell’intervallo con Antolini, pronta a mettere la palla in rete, facendosi perdonare l’errore su calcio di rigore commesso pochi minuti prima; nella ripresa le sortite offensive della squadra biancoazzurre non sortiscono effetto con le toscane che mantengono il risultato di vantaggio, accedendo alle semifinali della competizione.

La cronaca della gara

Al 3’ tiro che termina fuori dallo specchio della porta di Marcattili; al 5’ le toscane passano in vantaggio con Del Prete; al 11’ raddoppio delle granatine con Gavagni; al 15’ conclusione fuori misura di Barbieri; al 23’ tiro che non sortisce alcun esito di Antolini; al 29’ conclusione fuori misura di Esposito; al 30’ ci prova Antolini, la cui conclusione viene ribattuta da una giocatrice avversaria; al 31’ tiro fuori misura di Antolini; al 42’ occasione per accorciare le distanze per le biancoazzurre ma Antolini fallisce dal dischetto; al 45’, tre minuti dopo il suo errore sul penalty, Marilyn Antolini si fa perdonare, siglando la rete che dimezza lo svantaggio, portando la sua squadra a riposo nell’intervallo sul punteggio di 1-2.

Nella ripresa al 50’ conclusione in porta di Carrozzo parata da Meletti; al 61’ tiro di Russarollo parato dal portiere avversario; al 68’ conclusione fuori misura di Antolini; al 91’ tiro in porta di Ciavatta intercettato da Bulleri; al 93’ ultima occasione della gara ad opera di Del Prete che non sortisce effetto; dopo quattro minuti di recupero l’arbitro fischia la fine delle ostilità decretando la vittoria per 2-1 del Pontedera che passa il turno, accedendo alla semifinale del torneo iridato dove incontrerà nel doppio confronto la Res Women.

Di seguito le dichiarazioni post gara del mister Filippo Migani : “Dopo tre patite opache e sotto tono, ho finalmente rivisto la squadra che tanto bene aveva fatto nella prima parte della stagione; peccato aver regalato due reti nei primi minuti alle nostre avversarie, per il resto della gara ce la siamo giocate alla pari, sfiorando il pareggio che avremmo meritato di raggiungere; al di là del risultato, sono soddisfatto della prestazione della ragazze che hanno giocato con cuore e grinta, lottando su ogni pallone fino alla fine; nota di merito per l’attaccante Esposito che ha disputato una buona gara in avanti nonché per le subentrate che si sono fatte trovare all’altezza del compito, una volta chiamate in causa; ora testa e motivazioni al campionato dove ci teniamo ad arrivare il più in alto possibile in classifica.”

 

Asd femminile Riccione, ufficio stampa

 

post

Asd femminile Riccione, Coppa Italia, quarti di finale con il Pontedera per continuare a scrivere la storia

Domenica 2 Febbraio con fischio d’inizio della gara alle 16:45 va in scena al campo sportivo Italo Nicoletti la gara valevole per i quarti di finale di serie C tra Riccione e Pontedera.

Le romagnole, giungono a questo storico appuntamento dopo aver primeggiato nel raggruppamento 6, giungendo davanti a Jesina ed Arezzo e aver superato negli Ottavi il Chieti.

Le toscane, invece, dopo aver vinto il girone 7, spuntandola su Pistoiese e San Miniato, hanno eliminato nel turno successivo lo Spezia.

Ultimo precedente tra le due formazioni l’incontro di campionato del 12 Gennaio giocato in casa amaranto dove si registrò la vittoria della squadra di Renzo Ulivieri per 4-0.

Chi vince passa il turno ed accederà alle semifinali; in caso di parità al termine dei novanta minuti di gioco regolamentari, si procederà ai calci di rigore. Le semifinali si giocheranno con gare di andata e ritorno il 23 febbraio e l’11 Aprile.

Coppa Italia Serie C
Quarti di finale

Res Women-Lecce Women
Riccione-Pontedera
Vicenza-Brescia
Pinerolo-Canelli

Semifinali
Vincente 1-Vincente 2
Vincente 3-Vincente 4

Presentazione della gara affidata al capitano delle biancoazzurre Laura Rodriguez : “Affrontiamo una partita a cui teniamo molto, abbiamo l’opportunità di riscattarci dal pessimo risultato ottenuto pochi giorni fa, un’occasione propizia per centrare uno storico obiettivo in Coppa e rialzare il morale in vista del campionato; non proveniamo da un buon momento, non siamo state fortunate, abbiamo raccolto meno punti rispetto a quello che meritavamo, peraltro l’aver affrontato le prime tre della classe tutte di seguito non ci ha favorito; proveremo a centrare la qualificazione, puntando sulla spinta del nostro pubblico amico pur consapevoli che avremo difronte una squadra ben organizzata e rinforzata con giocatrici di esperienza provenienti dall’Empoli, di sicuro, tra le più serie candidate alla vittoria del girone C insieme alla Sassari Torres”

Asd femminile Riccione, ufficio stampa