post

Asd femminile Riccione, Juniores, amara sconfitta con il Perugia, Nina Ligi : “Siamo fiduciosi per il ritorno, non ci sono superiori”

Sfortunata prestazione della compagine juniores che nell’andata dei quarti di finale della fase nazionale incappa in una sconfitta casalinga per 0-2 contro i rivali del Grifo Perugia.

Gara subito in salita per le ragazze di Casadei che passano in svantaggio al 10’ per via di una beffarda autorete di Zazzeroni con le squadre che vanno a riposo nell’intervallo con le ospiti in vantaggio per 1-0; nella ripresa si registra l’espulsione all’86’ della romagnola Generali che costringe le padrone di casa a giocare gli ultimi scampoli di gara in inferiorità numerica; poco prima del fischio finale, al 92’, nei minuti di recupero, arriva il raddoppio di Petrara per il definitivo 2-0 delle umbre che sbancano il campo di Misano Adriatico.

Domenica 2 giugno la gara di ritorno in terra umbra che decreterà l’accesso alle semifinali.

Asd Riccione – Grifo Perugia 0-2

Asd Riccione (Giorgi, Barocci (79’ Ramja), Della Chiara, Generali, Semprini, Ligi, Sanchi, Diversi, Frison, Zazzeroni, Arcangeli (88’ Fornari)

Perugia (Urso, Serluca, Accettoni, Petasecca, Carleschi, Viola (79’ Dominici), Piselli, Bolognini, Timo, Petrara, Angori)

Marcatori : 10’ augoal Zazzeroni, 92’ Petrara

Espulsi : 86’ Generali

 

Di seguito le dichiarazioni della mezz’ala sinistra Nina Ligi, autentico jolly della squadra romagnola.

Ciao Nina, in che ruolo del campo agisci di solito ?

Ciao sono Nina Ligi, classe 2002, in questa stagione ho militato a centrocampo nel ruolo di mezz’ala sinistra anche se sono capace di coprire altre zone del campo agendo in particolare come difensore centrale; preferisco giostrare nella zona basso del campo, retrovia del rettangolo di gioco dove mi trovo più a mio agio.

Come è nata la tua passione per il calcio ?

La mia passione per il calcio è nata da piccolina, sin da quando frequentavo le scuole elementari mi sono cimentata nel tirare i calci ad un pallone in compagnia dei maschietti, i miei compagni di classe. Dopo aver conosciuto il dirigente Arianna Fabbri ho iniziato la mia carriera agonistica nelle fila del Riccione.

La gara dei quarti di finale con il Perugia

Dispiace per la sconfitta, le nostre avversarie sono arrivate più preparate all’evento dal punto di vista atletico e fisico riuscendo a gestire meglio la palla; per una serie di  motivi noi ci eravamo concentrate più sull’aspetto tattico e per questo abbiamo fatto fatica a reggere il ritmo non riuscendo ad imporre il nostro gioco; il Perugia è stato molto bravo a pressarci alto durante tutta la gara impedendoci di giocare la partita che avremmo voluto disputare anche a causa di diverse defezioni importanti in formazione; ad ogni modo, nulla è perduto, servirà prepararci al meglio per la gara di ritorno per rimontare il risultato, siamo fiduciosi, non credo che i nostri avversari ci siano superiori”.

Ufficio stampa Asd femminile Riccione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *